collane
Fin dalla prima infanzia attratta dal disegno a mano libera e dalla pittura ma soprattutto dal lavoro manuale in tutte le sue declinazioni. Con ago e filo in mano ancora bambina, gli occhi fissi sulle abilissime mani di mia madre e poi pronta ad imitarla, cercando di confezionare improbabili abitini a pazienti bambole inermi con tutti i ritagli di stoffa che la nonna raccoglieva per me. Affascinata dai modelli dei velieri montati dal bisnonno ed instancabile a fianco di papà durante i suoi lavori col legno, col cuoio o in camera oscura.
Poi gli studi da architetto, e intanto intorno a me la Sicilia e la sua fortissima energia. Il suo sole caldissimo, i colori, i riflessi delle onde del mare, lo scintillìo delle armature dei pupi, le geometrie ed i cromatismi dei marmi mischi dell’architettura barocca. I vicoli dei mercati, i velluti rossi, i ricami, lo scialle nero delle donne, l’oro dei mosaici e l’argento degli ex voto nelle chiese. Uno stimolo creativo continuo.
Tutto ciò che può assumere forma plasmando la materia e giocando con la luce, tutto quello che può essere smontato e riassemblato è il mio mondo. A volte anche attingendo a mondi distanti, guidata da puro istinto.
Creazioni artigianali